ISIN Number
IT0003389464
Categoria Assogestioni
Obbligazionari Flessibili
Livello di rischio
1
2
3
4
5
6
7
Valore quota al 17/05/2019
€ 5,578
Politica d'investimento
n.d.
Andamento del fondo
Inizio
Fine
Performance del periodo:
Rendimenti al 17/05/2019
1 mese
-0,16 %
3 mesi
-0,09 %
da inizio anno
0,04 %
1 anno
-1,13 %
dal 03/12/2012
-0,56 %
Rendimento annuo del Fondo
2018
-1,41%
2017
N.A.
2016
-0,62%
2015
-0,45%
2014
-0,12%
2013
0,2%
2012
1,1%
2011
0,2%
2010
-0,1%
2009
1,0%
2008
3,2%
2007
3,0%
2006
2,0%
2005
1,3%
2004
1,5%
2003
1,5%
2002
n.d.
Commento
Commento

La performance positiva del Governativo Globale è causata dal calo nei rendimenti di Giappone, USA, area Euro e UK. I timori sulla crescita e l'incertezza geopolitica sono stati determinanti nel guidare la domanda di parte degli investitori verso asset a basso rischio. In aprile si è lievemente invertita questa tendenza, sulla spinta del Service PMI sopra le attese, della trattativa May-Corbyn su Brexit e dei progressi tra USA-Cina. Con la discesa dei tassi core, il Corporate IG e HY ha performato bene poichè lo spread si è mantenuto relativamente stabile grazie al supporto tecnico e alla ripresa di azionario e petrolio. Il mercato sembra rimanere costruttivo sull'asset class. Sull'HY le performance dei titoli finanziari e non-finanziari sono allineate, mentre sull'IG i non-finanziari sovraperformano i finanziari. La discesa dello UST inficia la performance del governativo EM in valuta locale, ma sostiene - con la ripresa del prezzo di petrolio, delle materie prime e la fiducia sulla risoluzione della guerra comerciale - il debito emergente in Dollari.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                        Strategia operativa:                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                          
il posizionamento dell’asset governativo, rimane neutrale. Dopo il nuovo TLTRO BCE, un parziale rientro dei fattori di incertezza politica (trade deal USA-Cina, Brexit) potrebbero rilanciare le aspettative di crescita e favorire un graduale aumento dei rendimenti sulla curva ‘core’ euro: il sottopeso rimane confermato. Riteniamo gestibili gli impatti della revisione delle stime di crescita per l’Italia, il posizionamento sui governativi italiani rimane di sovrappeso.
Strategia valutaria : manteniamo l’esposizione l’esposizione valutaria neutrale.

Schede aggiornate a fine marzo.