ISIN Number
IT0003389464
Categoria Assogestioni
Obbligazionario Flessibile
Livello di rischio
1
2
3
4
5
6
7
Valore quota al 21/05/2018
€ 5,634
Politica d'investimento
È un fondo obbligazionario flessibile, che persegue un obiettivo di crescita del capitale nel medio periodo (2–4 anni) mediante l’investimento del patrimonio in strumenti finanziari diversificati, subordinatamente a un obiettivo in termini di controllo del rischio

AVVERTENZE: In ragione delle modifiche regolamentari intervenute a far data dal 20 ottobre 2017, il Fondo ha subito una modifica dello stile di gestione; pertanto il risultato precedente a tale data è stato ottenuto in circostanze non più valide. Le performance storiche sono state calcolate in euro. Il Fondo è stato istituito in data 24 ottobre 2001 ed è operativo dal 1° Gennaio 2003. I dati di rendimento del Fondo non includono le spese di sottoscrizione. Dal 1° luglio 2011, la tassazione è a carico dell’investitore. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.
Andamento del fondo
Inizio
Fine
Performance del periodo:
Rendimenti al 21/05/2018
1 mese
-0,32 %
3 mesi
-0,39 %
da inizio anno
-0,81 %
1 anno
-1,35 %
dal 03/12/2012
-0,48 %
Rendimento annuo del Fondo
2016
-0,62%
2015
-0,45%
2014
-0,12%
2013
0,2%
2012
1,1%
2011
0,2%
2010
-0,1%
2009
1,0%
2008
3,2%
2007
3,0%
2006
2,0%
2005
1,3%
2004
1,5%
2003
1,5%
2002
n.d.
Commento
Commento

Nel mese di aprile l'indice relativo ai titoli obbligazionari governativi globali è diminuito dell' 1,9%. Negli Stati Uniti il rendimento del Treasury è aumentato nel corso del mese raggiungendo la soglia del 3%. Nella zona Euro il rendimento del Bund tedesco è salito leggermente chiudendo il mese a 0,55% mentre il decennale governativo italiano ha chiuso il mese rimanendo sostanzialmente invariato a quota 1,7% nonostante l'elevata incertezza politica che sta caratterizzando l'Italia in questo periodo. Il rendimento dell'indice è stato inoltre penalizzato dal rafforzamento che il dollaro (valuta in cui è espresso l'indice)  ha registrato nei confronti delle principali valute come l'euro e lo yen. Anche gli altri indici obbligazionari hanno registrato variazioni negative, come ad esempio quello relativo ai titoli societari (-1,2%) oppure quelli relativi ai paesi emergenti. L'indice dei titoli più speculativi ha registrato solo una leggera flessione di 0,2%.
                                                                                                             
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                      Strategia operativa:US: dopo aver incrementato duration a febbraio, siamo tornati a ridurla comprando protezione tramite opzione put sul 10y US. L’orientamento è di ulteriore riduzione della duration.
EU: Dopo aver aumentato duration a febbraio agli attuali livelli, siamo tornati a ridurre duration comprando protezione con opzioni put sul 10y Bund. L’orientamento è di ulteriore riduzione della duration nelle prossime settimane.
Per quanto riguarda la strategia valutaria: Per questo mese rimaniamo ancora tatticamente lunghi di dollaro USA, confermando come target di vendita per EurUsd area 1,20.  Manteniamo una modesta esposizione sulle valute scandinave, dollaro canadese e australiano.

Schede aggiornate a fine aprile.