ISIN Number
IT0001484770
Categoria Assogestioni
Azionari Flessibili
Livello di rischio
1
2
3
4
5
6
7
Valore quota al 25/05/2022
€ 5,730
Politica d'investimento
È un fondo flessibile che mira alla crescita del capitale in un orizzonte temporale di lungo periodo (6-10 anni), subordinatamente a un obiettivo in termini di controllo del rischio. La politica di investimento del Fondo è determinata dalla SGR in relazione all’andamento e alle prospettive delle economie e dei mercati finanziari dei singoli Paesi o di determinate aree geografiche. L’investimento in OICR che investono in una stessa area geografica o in uno stesso settore merceologico può costituire anche la totalità del patrimonio del Fondo; gli OICR oggetto di investimento investono a loro volta in mercati dei Paesi aderenti al Fondo Monetario Internazionale, nonché Taiwan. Il patrimonio del Fondo può essere investito, fino al 100%, in OICR azionari, bilanciati e flessibili, nonché in OICR obbligazionari e monetari che investono in emittenti sovranazionali, governativi, o societari, anche molto rischiosi, con un livello di rischio complessivo compatibile con l’indicatore sintetico di rischio del fondo. Le aree geografiche oggetto d’investimento sono costituite dai Paesi OCSE e dai Paesi non OCSE.
Andamento del fondo
Inizio
Fine
Performance del periodo:
Rendimenti al 25/05/2022
1 mese
-3,92 %
3 mesi
-3,70 %
da inizio anno
-11,01 %
1 anno
-0,76 %
dal 03/12/2012
3,83 %
Rendimento annuo del Fondo
2018
-15,59%
2017
13,43%
2016
1,18%
2015
2,13%
2014
5,36%
2013
6,0%
2012
11,1%
2011
-8,6%
2010
8,3%
2009
20,3%
2008
-30,7%
2007
1,4%
2006
5,8%
2005
20,7%
2004
4,9%
2003
9,3%
2002
-24,0%
Allocazione geografica
Africa/Medio Oriente
59,42%
Asia Pacifico
32,89%
Asia Centrale
7,25%
Est Europa
0,38%
Nord America
0,04%
America Latina
0,01%
Europa Occidentale
0,01%
Allocazione fattoriale
Quality
17,76%
Momentum
16,99%
Value
14,56%
Minimum Volatility
11,34%
Size
10,52%
Primi 10 fondi
iShares MSCI World Quality UCITS ETF 1C
9,10%
iShares Edge MSCI World Momentum Factor UCITS ETF (Acc)
8,67%
DJ STOXX 600 INDEX FUTURE DEC 21
8,42%
iShares MSCI World Value UCITS ETF 1C
7,07%
iShares Edge MSCI USA Quality Factor UCITS ETF (Acc)
6,04%
iShares Edge MSCI USA Momentum Factor UCITS ETF (Acc)
5,81%
iShares MSCI World Small Cap UCITS ETF (Acc)
5,42%
iShares Edge MSCI World Minimum Volatility UCITS ETF (Acc)
5,40%
iShares Edge MSCI USA Value Factor UCITS ETF USD (Acc)
5,34%
iShares Core MSCI World UCITS ETF USD (Acc)
5,06%
Commento
Commento

Il fondo ha chiuso il mese di aprile con una performance del -2.39%. Le borse scontano una situazione più difficile rispetto al mese scorso, con il prolungamento della guerra in Ucraina, l’aumento dei timori sull’impatto della politica di tolleranza zero verso il Covid della Cina, così come gli shock stagflazionistici. L’S&P 500 perde infatti intorno al 9% nel mese di aprile e il NASDAQ chiude a -13% (confermando l’outlook negativo verso il settore tech). Anche il mercato europeo chiude il mese in territorio negativo, seppur nettamente meglio di quello USA, appesantito soprattutto dai Paesi più esposti alla contingenza in Ucraina quali la Germania e l’Italia. Vi è infine una performance negativa anche in Cina, stante i lockdown imposti dalle autorità. Continuano ad aumentare i rendimenti dei Treasury (in particolare quelli a 10 anni incrementano di quasi 40 bps). La BCE, in continuità con il mese di marzo, ha un orientamento ancora più aggressivo sulla riduzione del volume di acquisti di titoli.
La strategia, posizionata in modo prudente, registra performance negative ma superiori al mercato azionario globale. Il contributo maggiore alle performance mensili è giunto dall’allocazione valutaria al dollaro e dall’esposizione fattoriale al Minimum Volatility, che stante il contesto negativo per il mercato azionario è risultato il miglior fattore durante il mese. Strumenti globali e US hanno beneficiato dell’apprezzamento del dollaro, ma i fattori Momentum e Quality risultano tra i peggiori detrattori di performance, stante la maggior esposizione dei business sottostanti all’andamento della curva dei tassi. A livello di posizionamento, l’esposizione azionaria della strategia si attesta attualmente al 90%.

​​​​​​